Tag

, , , , , , , , , ,

Immagine

Rembrandt: Uomo in Armatura (1655)

La connessione tra sapienza esoterica araba e rosacroce è dichiarata negli stessi Manifesti Rosa+Croce, quando si apprende che Cristiano Rosacroce andò a Damcar, nello Yemen, per imparare i segreti dei sapienti. Egli rimase a Damcar più del previsto proprio per conoscere a fondo la saggezza che lì dimorava. Il sufismo.

I romani chiamavano questa regione Arabia Felix per la sua lussureggiante vegetazione che la differenziava nettamente dal deserto imperante a Nord dell’Arabia. Dunque le forze eteriche vi abbondano. Secondo la geografia occulta, quella è la zona dove confluiscono le correnti di sapienza orientale proveniente via via dall’India, fino ad arrivare al Sol Nascente, il Giappone; e di sapienza occidentale proveniente dalle sponde dell’Europa più vicine alla scomparsa Atlantide. Per così dire, lì formano un abbraccio, una “rosa”, luogo di incontro tra sapienza orientale e occidentale, in una sintesi che venne portata a maturazione proprio con l’impulso dei di Cristiano Rosacroce e dei successivi Rosa+Croce.

Tuttavia Cristiano Rosacroce, appresa la sapienza sufi, ne riconobbe il limite: mancava dell’impulso del Cristo. Egli infatti, prima ancora di recarsi a Damcar si fermò a Damasco dove sperimentò la “fulminazione sulla via“, esattamente come San Paolo. Ciò permise a Cristiano Rosacroce di percepire direttamente il Cristo nel Mondo Eterico.

Grazie a questa esperienza iniziatica fu in grado di rettificare la saggezza sufi: ovvero non confondere Gesù con Cristo e non considerarlo “solo” un profeta, bensì il Messia, lo Spirito Solare incarnato. Questo equivoco infatti è derivato dall’ispirazione lunare alla base dell’Islam ad opera dell’Arcangelo Gabriele, e non da quella solare dell’Arcangelo Michele, campione del Cristo.

Cristiano Rosacroce comprese questa capitale differenza e se ne distanziò: infuse in questa saggezza orientale l’impulso del Cristo, culminato nel Mistero del Golgotha, arrivando infine a codificare tale segreto iniziatico, centrale al cristianesimo esoterico, attraverso le operazioni alchemiche, il V.I.T.R.I.O.L.V.M.

Annunci