Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Arild Rosenkrantz: I quattro cavalieri dell'Apocalisse (1952)

Arild Rosenkrantz: I quattro cavalieri dell’Apocalisse (1952)

Questo studio è basato sull’articolo di Andrea Franco “La Guerra Occulta, gli UFO e l’Ottava Sfera” apparso sul numero 2 della rivista “Antroposofia” nel 2003 (scarica qui il PDF: Andrea Franco – La Guerra Occulta). Inoltre, a questo proposito si può leggere un articolo collegato dell’amico antroposofo Tiziano Bellucci: “Extraterrestri, alieni, UFO, cerchi nel grano: testimonianze di altri mondi?”.

I fatti inspiegabili trattati dall’ufologia sono fenomeni eterico-fisici che si manifestano nell’atmosfera terrestre. Nubi luminose, fulmini globulari, sfere di luce sono “fenomeni meteorologici strani” spesso associati agli UFO ma che invece fanno parte dell’attività degli spiriti elementari. Il carattere nefasto che assumono tali manifestazioni nell’anima umana è dovuto alla formazione della cosiddetta “Ottava Sfera“.

Le metamorfosi della Terra e l'Ottava Sfera.

Le metamorfosi della Terra e l’Ottava Sfera.

L’Ottava Sfera è situata nell’orbita descritta dalla Luna, e ha come suo centro il centro della Terra. Questa sfera è posta al limite tra la regione eterica del mondo fisico e la cosiddetta subnatura, ovvero le sfere contenute entro la crosta terrestre. Questo spazio che potremmo definire anti-eterico, è dominato dalle potenze dell’ostacolo, in special modo da Lucifero e Arimane. La loro influenza, infatti, mira a far cadere le azioni dell’uomo fuori dall’azione mediatrice e riparatrice del Cristo, così che la materia non venga compenetrata dal principio dell’Io (e quindi spiritualizzata) bensì che ricada o entro le forze egoistiche (Lucifero) o entro quelle nichiliste (Arimane).

Lo spazio dell'Ottava Sfera.

Lo spazio dell’Ottava Sfera.

Così gli atomi della materia si ritrovano invece che intrisi di etere cristificato, di un anti-etere, un etere decaduto nelle forze anti-cristiche. Progressivamente, egoismo e materialismo, accrescono la forza e la ricchezza di questa Ottava Sfera, che rappresenta dunque una metamorfosi parallela e alternativa alla quarta metamorfosi della Terra stessa (la attuale, nella seconda metà della Terra-Mercurio). Queste forze dell’ostacolo si accentrano in particolar modo nell’interno della Terra, negli Inferi della cultura classica, dove crescono di grado e intensità man mano che ci sia avvicina al centro della Terra, ovvero il Cuore dove l’Io di Cristo, divenuto Spirito della Terra, dimora.

È innegabile infatti il legame tra UFO, alieni e l’atmosfera spirituale della Guerra Fredda: gli USA hanno sganciato da poco due bombe nucleari per piegare il Giappone alla resa. Forti della vittoria, l’America impone con la supremazia bellica la sua ideologia capitalistica. Più conquista culturalmente i paesi “liberati” più teme un attacco da parte del suo opposto polare, la Russia con la sua ideologia comunista. Si sfidano così a colpi di innovazione tecnologica, volta al dominio dello spazio aereo e dello spazio sidereo, culminata infine nella corsa alla “conquista della Luna”. È così che nei Cieli del mondo compaiono i primi UFO. Non è un caso che “l’UFO mania” si sia manifestata più intensamente in America e Russia.

La spiegazione scientifico-spirituale degli UFO e alieni risiede nella natura dell’etere terrestre, scosso già dall’olocausto compiuto sull’altare dell’ariosofia nazista (dunque un rituale di magia nera su scala globale) e successivamente sconvolto dallo scoppio della terribile forza nucleare, con conseguente distruzione della civiltà umana e della natura (l’etere terrestre è lo stesso mondo eterico in cui il Cristo si sarebbe dovuto manifestare in un crescente numero di persone durante gli anni ’30, pressapoco negli stessi anni dell’Olocausto nazista). Gli UFO e gli alieni sono la conseguenza dell’uso della forza nucleare, il cui potere subnaturale scaturisce dal decadimento dell’etere della vita.

L’etere della vita è presidiato dagli Gnomi, gli elementali della terra, che lo infondono fin negli atomi di cui la materia è composta. Ma l’evoluzione di tali elementali dipende dalle azioni umane: se l’uomo agisce secondo il volere degli spiriti dell’ostacolo, gli elementali decadono nel loro opposto rimanendo legati non alla sfera eterica del Futuro Giove, bensì all’anti-etere dell’Ottava Sfera. Possiamo dunque immaginare che cosa sia successo agli Gnomi nel momento in cui le prime bombe nucleari sono esplose: si sono tramutati in elementali irregolari, prigionieri delle forze dell’ostacolo (in questo caso arimaniche e forse asuriche). La loro natura deve essere mutata completamente, in quanto anch’essi possiedono germi dei tre corpi inferiori (corpo fisico, eterico e astrale e le Salamandre perfino una traccia dell’Io), ma nessuno di loro possiede uno spirito, che invece gli viene fornito proprio dall’Io umano cristificato.

La natura degli elementali.

La natura degli elementali.

Solo le azioni benevole degli esseri umani fanno infatti evolvere gli elementali, dal loro canto gli esseri elementali sono in attesa che l’essere umano li comprenda e li aiuti. Sono in ascolto. Essi infatti originano come creazione delle Gerarchie Spirituali, donata agli elementi della Terra così che rimangano vitali: noi esseri umani siamo così responsabili in linea diretta del benessere della creazione e della sua evoluzione. Se gli elementali non evolvono verso lo stadio di regni della natura (vegetale, animale e minerale), la Natura nel suo complesso non evolve e ciò è causa del comportamento degli esseri umani. Gli elementali sono esseri in attesa di divenire esseri umani.

Ovviamente nell’esplosione devono essere stati coinvolti anche tutti gli altri elementali quali Ondine (spiriti dell’acqua, presidiano l’etere del suono), Silfidi (spiriti dell’aria, presidiano l’etere della luce) e infine Salamandre (spiriti del fuoco, presidiano l’etere del calore), anche loro decaduti in anti-elementali e relativi anti-eteri dell’Ottava Sfera. Tale versione decaduta degli elementali viene descritta da Rudolf Steiner, e la loro involuzione dipende dall’uso che l’essere umano fa delle tre potenze dell’anima: gli “Sciocchi”, ovvero gli Gnomi privati della verità per effetto della decadenza del pensare umano; i “Brutti”, che sono Ondine e Silfidi private della bellezza a causa della decadenza del sentire umano; infine i “Timidi”, sono Salamandre private della bontà per la decadenza del volere umano. Già dai loro nomi è possibile comprendere come questi elementali siano lontani dall’essere le creature capaci di operare evolutivamente. Questi elementali deviati sono presenti anche nelle aree naturali inquinate, irresponsabilmente contaminate da spazzatura, sostanze chimiche o radiazioni. La loro origine risiede nelle varie declinazioni della magia rossa e nera, nell’egoismo e materialismo, sia esso magico o tecnologico e scientifico.

La caratteristica di tali anti-elementali è quella di divenire “meno umani” o in un’altra parola “alieni”. Siano essi animalizzati (quali i famosi “rettiliani“) oppure resi simili a teschi (i “grigi“), o come “uomini ariani“, gli alieni sono in effetti delle forme degenerate degli elementali il cui aspetto è generalmente umanoide. Famosi sono gli “omini verdi“, il cui nome, originariamente associato ai goblin (spiriti della terra e della casa), è ora associato a una “razza aliena”. Possono anche prendere l’aspetto di “esseri di luce” o addirittura forme angeliche. Essendo forme essenzialmente eterico-astrali è possibile per loro cambiare forma di apparizione, che dipenderà largamente dal contenuto del corpo astrale del “testimone dell’incontro ravvicinato”, poiché tali “visite degli alieni” sono, in ultima analisi, dovuti a fenomeni estemporanei di chiaroveggenza e viaggio astrale, siano essi durante la veglia o nel sonno. La loro apparente fisicità è del tutto allucinatoria. Talvolta questi elementali sono in grado perfino di lasciare apporti, quali i cosiddetti “impianti” o temporali manifestazioni al limite tra eterico e fisico. Il “rapimento alieno” è il culmine di questa interazione tra essere umano e anti-elementare, in cui il supposto alieno studia l’essere umano per comprendere il suo funzionamento: che cos’è questo se non un modo, sebbene deviato, di cercare di avere di nuovo un rapporto con gli esseri umani?

Tutto questo, dunque, per dire che gli “alieni” esistono ma non sono davvero esseri “alieni”, quanto esseri elementari “alienati”. Nell’antichità quando si aveva ancora una visione chiaroveggente, fino al XVII, non si sarebbe parlato di “alieni” ma di esseri elementari e di demoni, nel caso fossero molesti. Il modo che l’ufologia ha di intendere tali esseri, invece, oscilla tra l’essere del tutto materialistico, quando il fenomeno UFO è interpretato in senso “scientifico”, o spiritualistico, come nel caso dell’ufologia religiosa e del channeling con “esseri di luce”.

L’antroposofia, nella particolare forma dell’agricoltura biodinamica, è la forma più pratica e insieme consapevole di rapporto con questi esseri elementari che beneficiano delle pratiche agricole in accordo con i movimenti planetari e con l’amore per la Terra, il corpo del Cristo. Un rapporto più profondo, che tenga conto dell’essere spirituale della Terra, riporterebbe certamente un equilibrio nel nostro rapporto con gli elementari, così da poter redimere questi “alieni” e riportarli alla loro legittima sfera di esistenza.

Annunci